Orari visite Chiese

BASILICA CATTEDRALE

PARROCCHIA S. NICOLO’ DI BARI

Piazza Duomo, 1 tel.0942-23123 

Apertura Chiesa: 8.30 – 20.00

La cattedrale fortezza, così come viene definito il Duomo di Taormina, venne edificata intorno al 1400 sui ruderi di una piccola chiesetta di epoca medievale. La chiesa si presenta con una struttura a croce latina con tre navate; nelle due laterali trovano posto i sei altari minori. Sei colonne, tre per lato, di origine monolitica in marmo rosa di Taormina e sormontate da capitelli decorati a foglia e a squama di pesce, sostengono la navata centrale che si apre sotto un soffitto a travi di legno con mensole intagliate che riproducono motivi arabi resi in gusto gotico. Di notevole interesse il portale principale, ristrutturato nel 1636, dove trova luogo un grande rosone di ispirazione rinascimentale scolpito.

CHIESA DI SAN PIETRO

Via Luigi Pirandello

Per informazioni rivolgersi a: Benigni Piero 0942/620711 o 338/5033754 oppure a Gianluca Raneri tel. 329.8930148

Apertura Chiesa: 9.00 – 20.00 (escluso inverno)

La Chiesa di S. Pietro sorge lungo la strada Provinciale via Pirandello; si ritiene che la chiesa di S. Pietro, come viene comunemente chiamata dal popolo, sia la più antica chiesa cristiana di Taormina. La chiesa di S. Pietro era situata in mezzo alla necropoli araba, di cui ora restano scarsi avanzi, dopo che la maggior parte di essa fu distrutta nel 1825-30, durante la costruzione della strada intitola a Luigi Pirandello.

CHIESA DI SANTA CATERINA

Corso Umberto (ubicata accanto al Palazzo Corvaja)
Per informazioni tel. Pina D’Arienzo 0942/23963 o al 339-5682372

Apertura Chiesa: 9.00 – 20.00

La Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria d’Egitto sorge sulle rovine dell’Odeon, costruito a sua volta sui resti di un tempio greco dedicato probabilmente ad Afrodite. La chiesa in stile barocco fu costruita nella prima metà del 1600. Entrando a destra su di una colonna è posta la statua in marmo di Santa Caterina risalente al 1493. L’interno della chiesa è ad una sola navata. Sotto il pavimento della chiesa c’è una cripta, rinvenuta durante il restauro avvenuto negli anni ’70, in cui anticamente venivano sepolte le persone importanti. Il restauro ha portato anche alla luce, nel lato destro della chiesa, i ruderi di muri e di acciottolato di epoca greco-romana che sono stati recintati da una ringhiera in ferro battuto.

CHIESA DI SANTA DOMENICA

Via Di Giovanni (Sotto il Teatro Greco)
Per informazioni tel. a Giancarlo Laganà 333- 8916785

Apertura Chiesa: 8.30 – 20.00

La chiesa di Santa Domenica, risalente al 1600. L’interno è ad una sola navata e ciò che sorprende, vista la semplicità della chiesa, è l’altare maggiore, in stile barocco, tutto in marmo rosso di Taormina, al di sopra del quale c’è dipinta l’immagine di Santa Domenica, Vergine che subì il martirio il 6 luglio del 303 d.C. La chiesa di S. Domenica fu restaurata completamente nel 1958 e fu anche ingrandita in altezza, per cui ora la chiesa sembra abbastanza grande, pur essendo ad una sola navata, secondo la tradizione delle chiesette di periferia.

CHIESA DEL VARO’

Via Dei Fabi o Piazza Del Varò

Per informazioni tel. Micalizzi Eleonora: cell. 339-1259470 –

Nelly Fichera cell. 338-1833833

Apertura Chiesa: 8.30 – 20.00

La Chiesa del Varò o della Visitazione risale al XV secolo, ma probabilmente la sua origine è ancora più antica, infatti all’interno della Chiesa c’è una cripta tipica del tempo in cui i Cristiani erano costretti a nascondersi per poter professare la loro fede. All’interno la Chiesa è formata da una sola navata, sull’altare c’è la statua in cartapesta della Madonna Addolorata. Esternamente non è molto artistica, ma si segnala il portale principale che è in pietra di Taormina ed una piccola torre che è il campanile della Chiesa.

SANTUARIO MADONNA DELLA ROCCA

Via Madonna Rocca (dista soli 1,5Km dal centro storico e si raggiunge percorrendo la salita di Castelmola)

Per informazioni tel. Cannavò Michele 338.8033448

Apertura Chiesa: 9.30 – 12.30 (Orario invernale)

9.30-12.30 e 16.00 – 19.30 (Orario estivo)

La chiesa della Madonna della Rocca, risalente al secolo XII e restaurata nel 1600, sorge su un piccolo monte che sovrasta Taormina dal quale si gode un panorama mozzafiato. La piccola chiesa della Madonna della Rocca è così chiamata perchè fu costruita e scolpita nella roccia.

CHIESA DI SAN PANCRAZIO

Salita S. Pancrazio

Per informazioni Bambara Lella 0942/23269 – 347/0348765
Cacopardo Pancrazio 0942/625424

Nanda Cannizzaro 348 /8456716

Apertura Chiesa: 9.00 – 18.00

La Chiesa di San Pancrazio sorge sulle rovine del tempio greco di Giove Serapide. Tratti di muri della cella del tempio sono stati incorporati nella chiesa, si vedono ancora ben 12 file di blocchi di pietra di Taormina e sovrapposti senza l’ausilio di calce, mentre nel muro nord si vedono blocchi superstiti della cella del tempio. Oggi, questi superstiti blocchi di calcare taorminese, fanno parte integrante dei muri nord e sud della Chiesa. Nel cortile della chiesa è ancora oggi visibile uno spezzone di colonna di granito grigio, che venne alla luce durante i lavori di sistemazione e pavimentazione del cortile stesso. Che questo fosse il tempio di Giove Serapide è provato da diversi reperti archeologici trovati nell’area del santuario.

CHIESA DI SAN GIUSEPPE

Piazza IX Aprile
Per informazioni tel. ai PP. Salesiani 0942-23766

La chiesa di San Giuseppe troneggia maestosa in piazza IX Aprile, accanto alla torre dell’orologio, in cui si apriva la porta della terza cinta muraria ancora esistente. La chiesa, costruita nella seconda metà del 1600, è di chiaro stile barocco, e la cosa più bella di essa è rappresentata dalla sua facciata, che domina la piazza antistante. Una maestosa scala a doppia rampa immette sul Sagrato della chiesa, e sia le scale che il pianerottolo antistante la chiesa sono recintati con una magnifica balaustra in pietra di Siracusa lavorata. Questa è l’unica scala monumentale a doppia rampa che si ammira a Taormina, ed essa, assieme alla facciata della chiesa crea una scenografia di piena epoca barocca che fa rivivere il passato. La facciata, a doppio spiovente secondo lo stile barocco, presenta un grande portale centrale che immette nella chiesa, e due piccoli portali laterali, di cui quello di destra immette nella Sagrestia e quello di sinistra immette in un locale ricreativo che spesso viene usato per mostre di pittura.